20 luglio 2015…I compiti con Allegra

La scuola è finita ormai e da questa settimana,come vi ho premesso , ho deciso di fare iniziare i compiti delle vacanze a mia figlia, Allegra.

La guerra ha avuto inizio!!!!!
Far fare i compiti ad Allegra nei week end scolastici o nelle vacanze estive è sempre una guerra.

Allegra ha finito la quarta elementare.
La sua pagella è stata bella, anzi più bella di quanto io e mio marito ci aspettassimo.

I compiti assegnati dalle sue maestre consistono in un libro di italiano, un libro di matematica e un libro di inglese…per un totale di circa 200 pagine.
Ho deciso di far riposare Allegra per tresettimane…solo giochi all’aperto con i suoi amici, piscina, giochi in casa con le Barbie, TV e iPad .

Ma adesso è ora di ricominciare!!!!!

Così ho coinvolto Allegra nel decidere la tempistica dei compiti.
Allegra ha deciso di farli al mattino, perché al pomeriggio vuole andare ai giardinetti a giocare con i suoi amici o in piscina.
Io e Allegra insieme abbiamo deciso di fare due paginette al giorno di italiano, due di matematica è una di inglese…perché l’inglese fino alle seconda elementare è solo orale.
Naturalmente non si fanno i compiti nel week end.
Papa ringrazia.
Naturalmente non si portano i compiti nelle tre settimane di mare che faremo ad agosto.
Papà ringrazia.

Tutte queste belle premesse…e Allegra oggi, come sempre, mi ha fatto a dir poco arrabbiare.

Cominciamo con italiano….3 paginette….di cui 2 paginette un testo da leggere e rispondere a domande con risposta lunghezza prevista una riga e una paginetta di grammatica.
Non vi dico…leggeva come una bambina di prima elementare, scriveva delle risposte brevi , brevissime…la sua capacità di sintesi è a dir poco stupefacente….. non tutte le frasi godevano del privilegio di avere un soggetto, un verbo e un complemento oggetto e come se ciò non bastasse anche alcuni errori ortografici.

Tempo impiegato da Allegra per un simile disastro: un’ora!!!!

La grafia poi ve la raccomando…ogni lettera ha una sua grandezza, una sua altezza diversa dalle altre …..risultato questo della sua posizione nel fare i compiti: seduta in ginocchio tutta storta sulla sedia, sdraiata sul foglio con la testa appoggiata sul braccio sinistro…e con la mano destra che scrive, mentre le cade la matita mille volte….

Io non posso che correggere alla fine…perché lei quando la rimprovero mi dice che che vuole imparare a fare da sola….lei e la sua gomma magica.
Si, Allegra scrive una parola ….la scrive male, e poi la cancella…Allegra cancella di continuo…e la polverina della gomma finisce sul mio pavimento.
Allegra ha finito e io posso correggere…naturalmente è un immane disastro.

La sgrido, lei piange…io mi innervosisco di più…ma poi io mi calmo e io e Allegra correggiamo il tutto.

Lei si scusa,…..e io propongo una pausa prima di affrontare matematica.

La pausa da me prevista di dieci minuti, si trasforma in 40 minuti spessi tutti da Allegra a guardare la televisione sdraiata sul divano…….poi Allegra si decide a sedersi di nuovo al tavolo e cominciamo matematica.

Sorpresa…. Sorpresina….Sorpresona…..Allegra non si ricorda più la sottrazione….sottrae decine con unità e il concetto di riporto non le appartiene più…. ma stoicamente facciamo tre paginette di sottrazioni….

Inglese ….di comune accordo (cioè io non ne posso più ne dei compiti né dei capricci di allegra) lo rimandiamo a un altro giorno.

Valentina.

Rispondi