La prima colazione: il carburante della giornata scolastica

image

Prima colazione

Giù dal letto a piè pari e subito via ad affrontare una nuova giornata di scuola, a stomaco vuoto o con al massimo nello stomaco una tazza di latte e un paio di biscotti mandati giù di fretta e furia.

Questa è la colazione tipica degli Italiani, grandi e piccini, che è scorretta per un adulto e ancora di più per bambini e adolescenti, che necessitano di un apporto energetico maggiore per crescere.
È bene abituare fin da piccoli i nostri figli a fare una buona e salutare colazione prima di andare a scuola in un ambiente sereno e con tranquillità.
Secondo i nutrizionisti la colazione,per i bambini dai 5 ai 14 anni, deve avere un apporto calorico dalle 300 alle 500 kcal, circa il 15-20% del fabbisogno energetico quotidiano.

La colazione dovrebbe essere ripartita in
-55-60% di carboidrati,
-25-27% di grassi, 
-10-13% di proteine.

Inoltre la colazione giusta per un ottimo rendimento a scuola dovrebbe obbligatoriamente contenere:
– Proteine e calcio ( latte),
– Zuccheri (miele e marmellata),
– Carboidrati ( pane integrale tostato; fette biscottate integrali; muesli e cereali; biscotti secchi; una fetta di torta fatta in casa; brioche vuota o brioche con ripieno di marmellata o cioccolato).

Un consiglio in più
1. Se il bambino o il ragazzo è intollerante al latte,o semplicemente non lo ama, si può sostituire con
. yogurt, al naturale e non zuccherato, arricchito con frutta fresca,ricca di vitamine,sali minerali,fibre e antiossidanti.
– frullato da accompagnare con cereali o una fetta di pane per assicurare il giusto apporto di carboidrati.
2.Se il vostro bambino al mattino non ha fame, appartiene a quella categoria di persone, non poco numerosa, alle quale occorre piu’ di un’ora dal risveglio alla percezione della fame.
L’ovvio consiglio è quello di tenere la colazione come l’ultima cosa da fare prima di uscire di casa.

Se vi e’ piaciuto questo articolo potrebbe interessarvi anch:
Una bella dormita migliora il rendimento scolastico
La colazione salata: la giusta alternativa per i nostri figli
La Merenda a scuola
Valentina

Rispondi