Sindrome da post rientro

image

L’estate sta finendo

La tanto attesa pausa estiva e’ finalmente arrivata ma…è anche già finita!
Per me non ancora, ma siamo ormai arrivati agli ultimi giorni di vacanza.
Dopo dieci giorni in montagna e quindici giorni al mare, sabato prossimo si torna in città.
E da lunedì’ prossimo a me, come alla maggior parte di voi, aspetta di nuovo il lavoro, il traffico, le corse per cercare di fare tutto(senza nel mio caso riuscirci mai o quasi mai): in poche parole la vita di tutti i giorni.

Il rientro dalle vacanze e’ spesso vissuto con ansia, preoccupazione e la sensazione di non riuscire a portare a termine tutti gli impegni che durate l’anno affrontiamo invece con una certa disinvoltura: capita spesso di essere colpiti dalla cosiddetta “sindrome da post- rientro”.

.Quali sono i principali sintomi?
La tristezza e la malinconia per le vacanze estive finite si riflettono sul piano somatico, determinando talvolta anche la comparsa di mal di testa, di scarsa energia, di diffuso senso di malessere che nei casi più gravi si manifesta con disturbi digestivi, dolori muscolari, insonnia e repentini sbalzi d’umore.
Dopo un periodo di svago e di riposo l’impatto con la routine quotidiana ed i doveri disturba il nostro corpo e anche il nostro sistema nervoso.

.Ma come affrontarla?
Tutte le sensazioni spiacevoli che proviamo al rientro dalle vacanze sono destinate a scomparire in breve tempo. Nei primi giorni di rientro il nostro organismo deve solo “riabituarsi” ai ritmi ed alle responsabilità della vita quotidiana.
E’ possibile adottare qualche piccolo e semplice accorgimento che ci può aiutare ad affrontare con maggiore tranquillità e serenità’ il periodo post-rientro.
E’ una buona regola cominciare ad abituarsi al rientro per tempo e prepararsi al repentino cambiamento; quindi sul finire delle vacanze ed in prossimità del ritorno a casa e’ bene cominciare a recuperare le consuete abitudini di vita.( ad es.evitando di fare “bagordi alimentari” o di andare a dormire troppo tardi).
Una volta rientrati è fondamentale riprendere tutte le consuete attività con gradualità: porsi piccoli obiettivi, non farsi sopraffare dalla mole di lavoro, concedersi le necessarie ore di riposo notturno e solo in un secondo tempo quando ormai si è conclusa la fase di “acclimatamento” dedicare attenzione ed energie a progetti più impegnativi.
E’ importante anche curare l’alimentazione che deve essere il più possibile corretta e bilanciata.
Infine molti di noi rimpiangono la vita all’aria aperta che caratterizza i giorni di vacanza, il sole, le nuotate, le passeggiate…. : è quindi indispensabile non “rinchiudersi” in casa o in ufficio ma ritagliarsi degli spazi per fare un po’ di sport , o anche solo una semplice passeggiata all’aria aperta durante la pausa pranzo o nel week end!
Se nei giorni di vacanza abbiamo coltivato un nuovo hobby, non abbandoniamolo al rientro in città’, ma almeno proviamo a praticarlo nel tempo libero dal lavoro: dedicarsi quando è possibile ad un’attività rilassante e gratificante ci aiuterà a conservare un po’ dell’atmosfera delle vacanze.

Un Consiglio in piu’
Al rientro dalle ferie estive è importante non alimentare i sintomi ansiosi con pensieri negativi ma è invece necessario concentrarsi su pensieri positivi, porsi degli obiettivi precisi e raggiungibili per ottimizzare tempo e energie.

Valentina😘😘😘


Rispondi